Ce qu'il faut savoir sur les cartes de crédit

Mentre negli Stati Uniti quasi tutti i cittadini possiedono almeno una carta di credito, soltanto ogni terzo Italiano ne ha una. Le carte di credito, come una carta bancomat o contanti, vengono utilizzate come mezzo di pagamento e servono principalmente per spese maggiori come viaggi, rifornimento di carburante o noleggio di un’auto. All’estero, le carte di credito vengono spesso utilizzate per prelevare denaro perché sono accettate molto più spesso delle carte di debito convenzionali. Per impedirti di cadere in semplici trucchi di marketing e di prendere le tue decisioni per impazienza o frustrazione, abbiamo scritto questo editoriale per te, con la speranza di farti risparmiare tempo e nervosismo.

Le carte di credito sono simili alle carte di debito o ai contanti, servono come mezzo di pagamento e sono utilizzate principalmente per le spese più grandi come i viaggi, per fare il pieno di benzina o per noleggiare un’auto. Le carte di credito vengono spesso utilizzate soprattutto all’estero per prelevare denaro, in quanto sono accettate molto più spesso rispetto alle tradizionali carte di debito.

Una carta di credito viene emessa da una società di carte di credito come Visa, MasterCard o American Express. In Italia è comune che la carta di credito venga emessa in collaborazione tra la banca e la società di carte di credito. In questo caso, la persona di contatto per il cliente è la sua banca.

Quali sono le carte di credito?

Il nome della carta di credito indica che all’utente viene concesso un credito dalla sua banca o dalla società di carte di credito. Ma non è sempre così. A seconda del tipo di carta di credito, anche il metodo di fatturazione può variare notevolmente.  Se conosci il tuo tipo di carta di credito, la ricerca è molto più semplice. Ecco le tipiche 4 carte elencate:

Carta di Credito a Saldo

Si tratta di una carta di credito classica che è all’altezza del suo nome senza alcuna restrizione. All’utente viene concesso un certo limite di credito che può essere utilizzato liberamente nel mese di fatturazione. Dopo la fine del mese, la carta di credito viene fatturata e gli importi in sospeso vengono addebitati all’utente. All’inizio del nuovo mese l’importo della fattura viene addebitato sul conto bancario concordato tramite addebito diretto, motivo per cui il conto dovrebbe poi essere sufficientemente coperto.

Carta di Credito Revolving 

Le carte di credito revolving non sono ancora così note in Italia, tuttavia vengono già emesse da alcune banche. A differenza della carta di credito ad addebito, una carta di credito revolving non sempre addebita l’intero importo mensile, ma solo una parte precedentemente concordata. Di solito viene addebitata una quota del 10-25%. Inoltre, la maggior parte dei fornitori hanno un rimborso minimo che deve essere effettuato mensilmente. Questo dipende da vari fattori. Soprattutto in America, questa carta spesso porta le persone a indebitarsi attraverso il credito al consumo, perché si perde il controllo delle proprie finanze. 

Carta di Debito

Una carta di credito di debito o precedentemente chiamata anche carta EC è una carta con la quale non viene creato alcun credito. Può essere utilizzata solo se il conto corrente collegato ha una copertura sufficiente. Tutte le spese vengono immediatamente regolate sul conto corrispondente, per cui all’utente non viene concesso il credito con la carta di debito. A molti capita di confondere le carte di debito con le “vere” carte di credito. Se sei in vacanza e devi lasciare una carta di credito come deposito per un’auto, questa può essere una fastidiosa lacuna e comportare l’impossibilità di noleggiare l’auto.

Carta di Credito Prepagata

Una carta di credito prepagata funziona in modo simile a una carta di debito. Tuttavia, una carta prepagata non è direttamente collegata a un conto, ma ha un proprio conto. Prima di poterla utilizzare, l’utente deve per prima cosa trasferire denaro sul conto della carta di credito. Può essere utilizzata solo in presenza di fondi sufficienti, in quanto non ci sono limiti di credito.  

 

Vantaggi di una carta di credito

Una carta di credito offre al suo titolare molti vantaggi interessanti.

Liquidità

La liquidità gioca spesso un ruolo importante. Se mancano ancora alcuni giorni al prossimo stipendio, è possibile utilizzare una carta di credito per rimanere flessibili e avere un ammortizzatore finanziario.

Pagamento in tutto il mondo

Con la maggior parte delle carte di credito è possibile pagare gratuitamente in tutto il mondo e sono quindi particolarmente interessanti, soprattutto per i viaggiatori. Inoltre, la maggior parte delle società di noleggio all’estero richiedono una carta di credito come deposito. Le carte di debito vengono accettate raramente.

Lounge

Alcune carte di credito Premium/Gold o Platinum includono anche l’accesso ai lounge di molti aeroporti e stazioni ferroviarie. Le banche riceveranno le corrispondenti carte di credito pagate di conseguenza, ed anche chi con la carta di credito realizza un elevato fatturato annuo, può ottenerlo gratuitamente.

Assicurazione 

Soprattutto con le carte di credito destinate ai viaggi e all’utilizzo all’estero, l’utente riceve gratuitamente determinate prestazioni assicurative. Ad esempio, l’assicurazione di annullamento viaggio può essere inclusa nel prezzo se il viaggio corrispondente è stato pagato con la carta di credito. Spesso con la carta di credito può essere stipulata anche l’assicurazione per le auto a noleggio. L’utente può quindi risparmiare su costose assicurazioni quando utilizza la sua carta di credito.

I rischi di una carta di credito

Naturalmente, una carta di credito comporta anche alcuni rischi. Affinché tu sia protetto da questi rischi, non vogliamo tenerli nascosti.

Il rischio di sovraindebitamento

Una carta di credito comporta sempre il rischio di sovraindebitamento. Anche i giovani ricevono spesso un limite di credito relativamente alto. Soprattutto con una carta di credito revolving, questo può portare rapidamente a problemi, in quanto solo un piccolo importo deve essere rimborsato mensilmente, mentre sullo sfondo cresce la montagna di debiti. Questo è particolarmente pericoloso per le persone che hanno difficoltà a gestire il denaro.

Tasse nascoste

Purtroppo non tutti i fornitori sono interessati ad un elevato livello di trasparenza nei confronti dei loro clienti. Per questo motivo, la panoramica delle tariffe viene a volte distribuita solo su richiesta o ben nascosta sul sito web. Il cliente è quindi scarsamente informato e rischia una tassa elevata quando richiede una carta sostitutiva, un nuovo PIN o quando preleva denaro da un bancomat. Perciò dovresti assolutamente informarti sulle tariffe applicate alla tua carta di credito e se sono adatte ai tuoi programmi, come ad esempio una vacanza.

Prenotazioni confuse

Con una carta di credito, le prenotazioni vengono spesso effettuate qualche giorno dopo. Nell’online banking è quindi difficile stabilire quanto denaro è stato speso negli ultimi giorni, il che può portare rapidamente a perdere il conto e a spendere troppo. Inoltre, dovresti tenere d’occhio il tuo limite di credito e non superarlo pagando depositi troppi grandi, ad esempio quando sei in vacanza. Normalmente il limite di credito è abbastanza alto e interessa solo poche persone.

Costi

Per potersi finanziare, le società di carte di credito ricevono una certa quota del fatturato dai commercianti in cui si paga con la carta. Tuttavia, a seconda del contratto, al cliente possono essere addebitati alcuni costi e interessi. Ad esempio, una carta di credito revolving incorrerà in elevati interessi se l’importo non viene pagato nei tempi previsti o se viene pagato in rate mensili. La maggior parte degli istituti applica inoltre una tassa dell’1-2% per i prelievi all’estero. Il costo del prelievo di denaro da un bancomat varia notevolmente. Mentre alcuni fornitori offrono questo servizio gratuitamente, altri applicano una tariffa di circa 5-10€.  Non bisogna trascurare il canone mensile o annuale. Spesso si rinuncia a questa possibilità solo se l’anno precedente è stato realizzato un certo volume di fatturato con la carta di credito. Ma anche lì, molti fornitori di carte di credito si comportano diversamente. Ecco perché è importante sapere esattamente per cosa si vuole usare la carta di credito, perché così sarà più facile fare le giuste ricerche. 

 

Conclusione

Una carta di credito è molto adatta a garantire la fornitura di contanti e per pagare all’estero. Anche in caso di carenza di liquidità, la carta di credito è il metodo di scelta. Se tieni conto dei rischi di una carta di credito di cui abbiamo parlato, nulla ostacola l’utilizzo spensierato di tale carta.

Se anche tu vuoi avere subito una carta di credito, dai un’occhiata al nostro confronto tra le carte di credito.